di Andrea Broccoletti

Un anno dopo cosa rimane? Su tutto la passione, sebbene si configuri come una passione “a tempo perso”, ma di certo, l’intento del Blog Futura non è mai stato quello di voler apparire come divulgatore di “un’unica verità”, al contrario esso, fin da subito, si è configurato come uno spazio libero, promotore del dialogo tra più posizioni, uno spazio aperto a contributi esterni, lontano pertanto da questioni come divisionismo e ostracismo ideologico. La multitematicità con cui esso è stato concepito rimane un punto fermo, dal momento che, chi scrive, ritiene essenziale l’interrogarsi e il confrontarsi sulle tante sfumature che, forse oggi più di ieri, profilano la nostra società; un’attualità che può (e che deve) essere dibattuta, riflettuta e analizzata attraverso una vastità tematica che spazia tra la cultura, la storia, la politica, la sociologia, lo sport e tanto altro, in altri termini in quella che si configura a tutti gli effetti come un’inevitabile confluenza tra più sfere tematiche. Questa molteplicità di temi non può quindi lasciare spazio ad una visione univoca la quale, troppo spesso, già trova ampio spazio nei principali canali informativi; del resto è questa l’epoca in cui le grandi ideologie che hanno segnato, nel bene e nel male, la storia del “secolo breve” sono, quasi definitivamente, venute meno; ne consegue che una lettura del mondo avente un approccio non più dogmatico, ma, al contrario, pragmatico e “largo”, appare, ormai, come indispensabile anche al fine di stimolare un proficuo dibattito che, da sempre, rappresenta un’occasione preziosa di crescita ed arricchimento personale. Il non voler configurarsi come un blog personale e personalistico rappresenta, per chi lo ha concepito, un esempio di quanto sostenuto finóra; del resto, tra i vari scritti, è possibile imbattersi in alcuni contributi esterni che possono non coincidere, parzialmente e/o in toto, con l’idea del sottoscritto, dando forma ad un pluralismo interpretativo che persegue in pieno la “mission” del blog; esso appare quindi, a tutti gli effetti, come un “luogo” nel quale, con tolleranza, poter avanzare il proprio punto di vista grazie alla passione per la scrittura e per l’informazione; ed è proprio grazie alla passione che tantissimi progetti a “esercizio gratuito” resistono nel tempo, del resto la gratificazione dovuta ad un impegno duraturo non scaturisce necessariamente dal suo successo, ma molto spesso essa deriva proprio dalla passione e dall’interesse, così è, del resto, anche per il Blog Futura.